Tutte le notizie qui
Backaout
Backaout

Confiscati beni per 3 milioni frutto di rapine in villa – Lombardia

12

- Advertisement -


Immobili in tre regioni già sequestrati nel 2020 ad un nomade

(ANSA) – MILANO, 26 MAG – La Direzione Investigativa
Antimafia, unitamente ai Carabinieri di Pavia ed Asti, hanno
notificato un provvedimento di confisca emesso dal Tribunale di
Torino nei confronti di un nomade, residente ad Asti, e
riguardante numerosi immobili siti nelle provincie di Asti,
Alessandria, Pavia e Savona, per un valore complessivo di circa
3 milioni di euro. I beni sarebbero frutto di una serie di
rapine effettuate da una banda tra diverse province lombarde e
quella di Piacenza. La confisca consegue al sequestro degli
stessi beni di luglio 2020 a seguito di una proposta di
applicazione della misura di prevenzione patrimoniale della DIA
ed all’esito di accertamenti economico-patrimoniali.
   
Gli immobili sono stati confiscati perché ritenuti frutto del
reinvestimento dei proventi di varie condotte delittuose
commesse dall’uomo in un lungo arco temporale pluridecennale,
tra le quali, non da ultime, quelle di associazione a delinquere
finalizzata alla commissione, nelle provincie di Pavia,
Piacenza, Brescia e Bergamo, di numerose rapine in ville ed in
abitazione. Le rapine, già oggetto d’indagine nell’anno 2015,
erano state commesse mediante l’impiego di falsi segni
distintivi (tesserini, placche e lampeggianti) e presentandosi
quali appartenenti alla stessa Arma dei Carabinieri, ingannando
le vittime che, in buona fede, concedevano così libero accesso
alle proprie abitazioni. La banda è riuscita così ad
impossessarsi, oltre che di denaro contante, di gioielli,
orologi di pregio, autovetture, armi e beni di consumo
elettronici di rilevante valore. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA