Tutte le notizie qui
Backaout
Backaout

Consulcesi, bando specializzazioni in scadenza ma manca numero posti

23

- Advertisement -



Mancano due giorni alla chiusura del bando di iscrizione al concorso per l’ammissione alla Scuole di specializzazione medica, ma ancora nel bando non è definito il numero di posti disponibili che verrà comunicato in seguito con dei decreti attuativi. Questa mancanza potrebbe generare delle criticità anche nella selezione che prevede l’attribuzione e la valutazione del curriculum, avverte Consulcesi, che per questo raccomanda agli specializzandi di prestare attenzione al bando e di effettuare l’iscrizione seguendo attentamente le istruzioni.


Oltre ad allegare il documento di identità e a compilare la domanda di iscrizione in tutte le sue parti, bisogna essere attenti – avverte il team legale specializzato in sanità in una nota – ad allegare la cosiddetta ‘dichiarazione di attinenza della tesi’ che deve essere controfirmata dal relatore della tesi, o dal presidente del corso di studi, oppure dal direttore del Dipartimento cui afferisce il corso di studi. In questo caso, non essendovi a disposizione un modello di certificazione, la dichiarazione deve essere allegata seguendo minuziosamente le indicazioni del bando. Inoltre, Cineca non gestisce i pagamenti, né verifica che siano andati a buon fine; per questo consigliamo di verificare presso l’ente di riferimento che il pagamento sia andato a buon fine.

E ancora, Consulcesi suggerisce agli specializzandi di prestare attenzione ad alcune cose durante la prova di ammissione che si terrà il prossimo 20 luglio, sulla scorta delle irregolarità già riscontrate. È necessario che: le aule in cui si svolgerà la prova siano idonee anche a fronte del rispetto delle norme anti-Covid; il metro di trattamento nei controlli da parte delle Commissioni sia omogeneo; non vi siano interruzioni durante le prove; i computer siano tutti funzionanti al fine di evitare black out come avvenuto in passato.

Consulcesi – assicura nella nota – seguirà attentamente lo svolgimento delle prove di selezione per garantire la tutela a tutti coloro che, per diverse ragioni, dovessero riscontrare delle irregolarità e volessero intraprendere un percorso legale di ricorso. È importante, altresì, che nel giorno della prova i candidati si presentino in orario e che, oltre a portare con sé il documento di identità, il tesserino con il codice fiscale rilasciato dall’Agenzia delle entrate o la tessera sanitaria e tutto quanto previsto dal bando, rispettino tutte le regole previste dal decreto per lo svolgimento dell’esame che contengono anche norme igienico-sanitarie di protezione dal Covid-19 come indossare la mascherina, utilizzare il gel igienizzante, mantenere la distanza di sicurezza, utilizzare la propria penna e non toccare il computer destinato ad altri.





www.adnkronos.com 2021-06-01 15:51:50

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More