Tutte le notizie qui
Backaout
Backaout

A Milano monumento per le vittime del Covid al Cimitero Maggiore – Lombardia

20

- Advertisement -


Sala, in città 6500 decessi, questo luogo in storia della città

(ANSA) – MILANO, 26 LUG – Il Comune di Milano ha commemorato
le vittime del Covid con una cerimonia al Campo 87 del Cimitero
Maggiore dove, durante il primo periodo della pandemia, hanno
trovato sepoltura i cittadini che in quel momento erano soli o
di cui i parenti erano impossibilitati ad occuparsi perché in
isolamento o malati. Nel corso della commemorazione è stato
inaugurato un monumento a loro dedicato che raffigura un angelo
e con l’epigrafe: “Coloro che amiamo e che abbiamo perduto non
sono più dove erano, ma sono ovunque noi siamo”.
   
“Il Campo 87 del Cimitero Maggiore è uno dei luoghi simbolo
del dramma del Covid nella nostra città. – ha commentato il
sindaco, Giuseppe Sala – Come molti luoghi di sepoltura sorti
ovunque nel mondo, è stato creato durante la pandemia per
l’esigenza di garantire un riposo dignitoso alle persone i cui
familiari erano lontani o impossibilitati a dare indicazioni
sulle esequie dei propri cari. Un anno fa avevamo detto che il
nostro intento era quello di renderlo un luogo di memoria e di
pace. Il monumento che abbiamo posato e la targa che abbiamo
svelato oggi, insieme ad alcuni familiari, saranno per sempre in
ricordo di tutti coloro che non ci sono più e in particolare
delle persone attorno alle quali Milano ha saputo farsi
famiglia”.
   
Sala ha ricordato che a Milano ci sono stati 6500 decessi per
Covid, “da un certo punto di vista tutti sappiamo che Milano in
quella fase poteva crollare, fa impressione e non ne siamo
ancora usciti, non abbiamo alcuna certezza se non che il
vaccino è l’unica possibilità”. Sono 128 le persone che hanno
trovato sepoltura al Campo 87 del Cimitero Maggiore e che sono
morti da marzo 2020 a maggio 2020, nel primo periodo della
pandemia. “E’ uno spazio che rimarrà nella storia di Milano e
credo che alla fine abbiamo veramente dato, in un momento così
difficile, una degna sepoltura a persone che rischiavano di non
averla”, ha concluso Sala. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA