Tutte le notizie qui
Backaout
Backaout

Bioterapie, in Europa Novartis investe 300 milioni di dollari

14

- Advertisement -



Più snella e focalizzata sui farmaci biologici. Nella nuova visione di Vas Narasimhan, ceo di Novartis dal 2018, c’è anche il trasferimento della sede italiana da Origgio al centro di Milano – dove lo abbiamo incontrato in occasione dell’inaugurazione – che diventa così più vicina all’ecosistema dell’innovazione e della ricerca.

La sua visione, fin da quando ha assunto il ruolo guida in Novartis, è stata quella di trasformarla in un’azienda farmaceutica alimentata dalla scienza dei dati e dalle tecnologie digitali. Dopo 5 anni, quali sono i risultati e su cosa si concentra oggi la strategia di Novartis?

«Negli ultimi 5 anni la società ha impegnato 100 miliardi di dollari in operazioni per rendere Novartis una medicine company basata sulla scienza dei dati e sulla tecnologia. Oggi l’obiettivo è di essere una focus medicine company, concentrata su 5 aree terapeutiche. In particolare, i dati di R&S ci aiuteranno a identificare nuove opportunità di farmaci, a svolgere gli studi clinici più velocemente e a raggiungere più rapidamente i pazienti. Da 5 anni a questa parte siamo usciti da tutta una serie di aree: dal consumer, dall’oculistica e ormai anche dai generici, per focalizzarci sulla terapia genica, a Rna, i radioligandi (prodotti in Italia) e terapie innovative».

Pochi giorni fa ha dichiarato di investire milioni di dollari in Slovenia e Austria per implementare le vostre sedi. Pensa di investire anche in Italia? E quali sono le criticità che il nostro paese ha nell’incentivare gli investimenti delle multinazionali del farmaco?

Abbiamo annunciato un investimento di 300 milioni di dollari in biotecnologie in Svizzera, Austria e Slovenia. In Italia sono due i principali campi d’interesse: a Torre Annunziata, dove produciamo piccole molecole per le malattie cardiovascolari per il resto del mondo, e a Ivrea, dove abbiamo la produzione di radioligandi per le patologie tumorali, soprattutto per il mercato americano e europeo. Il terzo campo d’investimento riguarda gli studi clinici e l’Italia è un paese estremamente importante per noi a livello globale. Ci aspettiamo di continuare a investire in questi tre ambiti. Penso che nel futuro, per continuare ad attirare investimenti, l’Italia debba dimostrare di sostenere la medicina innovativa, con un ambiente fiscale e normativo favorevole, oltre che essere attrattivo per i talenti.



www.ilsole24ore.com 2022-09-22 14:30:52

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More