Tutte le notizie qui
Backaout
Backaout

“Io sono qui”, il Podcast che racconta la vita dei pazienti con la colite ulcerosa

2

- Advertisement -



Cinque storie di coraggio e di speranza, cinque pazienti con colite ulcerosa che raccontano la loro vita. Da oggi, giovedì 19 maggio, è on line la prima. In occasione della Giornata mondiale delle malattie infiammatorie croniche intestinali, il podcast, realizzato da Salute con il contributo non condizionato di Galàpagos e in collaborazione con Amici onlus, cerca di fare luce su una malattia di cui si parla ancora troppo poco.


In tutto cinque puntate, cinque storie e cinque persone che soffrono di colite ulcerosa. Raccontano cosa vuol dire vivere ogni giorno in questa condizione, tra mille difficoltà, fisiche e psicologiche. Se parlare di patologie non è mai facile, ci sono casi in cui lo è ancora meno, perché la malattia ti fa vergognare,  ti obbliga a fare i conti con il tuo corpo.

Un corpo che non si riesce a controllare, che improvvisamente ti costringe a correre in bagno. “Io sono qui. La mia vita con la colite ulcerosa” invece è una serie di 5 podcast che parla proprio di questo. Perché non c’è nulla da nascondere, nulla di cui vergognarsi. Non c’è colpa nella malattia. Antonio, Laura, Sara, Claudio e Michele ci faranno entrare nel loro mondo e alle loro voci si aggiungeranno quelle di alcuni professionisti che accompagnano i pazienti lungo il loro percorso: il gastroenterologo, lo psicologo, il dietista, chi rappresenta i pazienti e chi invece indaga dal punto di vista sociologico i loro comportamenti.

I racconti si intrecciano e rendono chiaro che se è vero che oggi i pazienti riescono a trovare delle soluzioni per continuare a studiare, lavorare, uscire con gli amici, formare una famiglia, è vero anche che non sempre si tratta di soluzioni durature. Ecco perché chi vive con la colite ulcerosa spera in un futuro migliore.

 

Puntata 1 – Inizia una nuova storia. La diagnosi

Quando si riceve una diagnosi di malattia è come se la vita prendesse inaspettatamente una direzione diversa. Paura, sgomento, preoccupazione sono spesso i sentimenti che accompagnano questo momento, ma può esserci anche sollievo e consapevolezza per riuscire a dare – finalmente – un nome a quella condizione di disagio e dolore che si provava. La colite ulcerosa è una malattia i cui sintomi possono essere confusi con altre condizioni e questo può causare un ritardo nel determinare la diagnosi, con conseguenze sulla qualità di vita dei pazienti e sulle loro possibilità di essere curati. Come racconta Antonio che oggi, dopo anni di convivenza con la malattia, ha imparato sì a gestirla, ma spera soprattutto di poter vivere sempre meglio in futuro.


Puntata 2 – Per sempre. Affrontare ogni giorno

La colite ulcerosa è una malattia cronica, una condizione cioè con cui i pazienti devono fare i conti per tutta la vita. E se è vero che la diagnosi spinge a iniziare le terapie, e quindi a tenere sotto controllo la situazione, è vero anche che la malattia in realtà non è mai “guarita”. È solo sopita e quindi può risvegliarsi in qualsiasi momento. È necessario ripensare le proprie abitudini, guardare al futuro in maniera diversa, come racconta Laura nel secondo episodio del podcast. Cercando di combattere il senso di solitudine che pervade chi è colpito da una malattia di cui si parla poco e che quindi non è riconosciuta nella sua gravità, ma sempre con la speranza di poter vivere una vita migliore.


 



www.repubblica.it 2022-05-25 11:27:20